Richiedi un suggerimento

Lista di vini di Fattoria Cerreto Libri

La Fattoria Cerreto Libri produce vini in regime biodinamico dal 1997 ed è stata la prima azienda (ad oggi ancora l'unica) a produrre un Chianti Rufina Dogc in regime di agricoltura biodinamica. La proprietà è della medesima famiglia Libri fin dalla fine del settecento ed è situata intorno alla villa storica dove si distendono tutti i terreni con viti di oltre quaranta anni di Sangiovese, Canaiolo, Colorino, Trebbiano e Malvasia che comprendono anche seminativi e bosco a fauna tradizionale in zona di ripopolamento e cattura. L’area è collinare e risente di un clima particolare dovuto alla vicina confluenza delle acque della Sieve nell’Arno, dunque risente di una combinazione favorevole di umidità, ventilazione ed esposizione ai raggi del sole. In vigna infatti si presta attenzione soprattutto alla fertilità del suolo che deve offrire alla pianta le sostanze di cui necessita. Per fare questo, anziché usare fertilizzanti di sintesi che non rispettano i bisogni reali delle piante, si procede ad arricchire il terreno con la pratica del sovescio e con l’aspersione dei preparati biodinamici. In questo modo si permette alla pianta di trovare spontaneamente le sostanze necessarie alla sopravvivenza e all’accrescimento. Tutto questo porta ad avere dei vini estremamente eleganti e interessanti, vini che non hanno bisogno di essere catalogati in classici displinari ed è per questo che i vini di Fattoria Cerreto Libri, oggi gestita da Valentina ed in passato anche col marito Andrea, sono stati volutamente "declassati" per essere LIBERi di raccontare il cuore e la storia del Chianti Rufina. Produzione media annua 15.000 bottiglie



221.jpg




La Fattoria Cerreto Libri produce vini in regime biodinamico dal 1997 ed è stata la prima azienda (ad oggi ancora l'unica) a produrre un Chianti Rufina Dogc in regime di agricoltura biodinamica. La proprietà è della medesima famiglia Libri fin dalla fine del settecento ed è situata intorno alla villa storica dove si distendono tutti i terreni con viti di oltre quaranta anni di Sangiovese, Canaiolo, Colorino, Trebbiano e Malvasia che comprendono anche seminativi e bosco a fauna tradizionale in zona di ripopolamento e cattura. L’area è collinare e risente di un clima particolare dovuto alla vicina confluenza delle acque della Sieve nell’Arno, dunque risente di una combinazione favorevole di umidità, ventilazione ed esposizione ai raggi del sole. In vigna infatti si presta attenzione soprattutto alla fertilità del suolo che deve offrire alla pianta le sostanze di cui necessita. Per fare questo, anziché usare fertilizzanti di sintesi che non rispettano i bisogni reali delle piante, si procede ad arricchire il terreno con la pratica del sovescio e con l’aspersione dei preparati biodinamici. In questo modo si permette alla pianta di trovare spontaneamente le sostanze necessarie alla sopravvivenza e all’accrescimento. Tutto questo porta ad avere dei vini estremamente eleganti e interessanti, vini che non hanno bisogno di essere catalogati in classici displinari ed è per questo che i vini di Fattoria Cerreto Libri, oggi gestita da Valentina ed in passato anche col marito Andrea, sono stati volutamente "declassati" per essere LIBERi di raccontare il cuore e la storia del Chianti Rufina. Produzione media annua 15.000 bottiglie





unnamed-8.jpg

unnamed-9.jpg

unnamed-10.jpg

Altro
Mostrando 1 - 8 di 8 elementi
Mostrando 1 - 8 di 8 elementi